Giovanni Aricò, 8 Apr, 2022

La verità sorprendente sui figli manipolatori #132

Una lamentela comune tra i genitori che si rivolgono a me è quella dei figli manipolatori. Una variante comune sono i figli che “voglio attirare l’attenzione”. 

Nonostante molti esperti dicano che no, i figli non manipolano, è l’età, poi passerà, la realtà è un’altra: i figli manipolatori esistono. Questo non vuol dire però che i figli manipolatori siano da aggiustare. La manipolazione non è genetica. A manipolare gli altri si impara.

4’ 31”

La manipolazione è un modello di relazione che i bambini imparano. Manipolare vuol dire cercare di indurre l’altro a fare quello che vuoi tu.

Vista così è molto simile a un certo modello educativo. Pensaci, qual è il tuo obiettivo? Che tuo figlio ti ascolti (quindi attirare la sua attenzione) e che faccia quello che vuoi tu. In sostanza un figlio manipolatore… sta imitando un genitore che non si è nemmeno accorto che il tuo atteggiamento è manipolatorio!

9’ 22”

Perché accade? I bambini hanno una spinta biologica a ricercare la vicinanza ai propri genitori e imparano da loro i modelli di relazione con i quali si ottiene questo obiettivo. Se tu importi la relazione con tuo figlio sul cercare di fargli fare quello che vuoi tu, è possibile che tuo figlio impari quel modello e lo applichi con gli altri, e anche con te.

12’ 51”

In realtà “attirare l’attenzione” o Manipolare” non è l’obiettivo dei bambini, ma il mezzo con il quale cercano di raggiungere un altro obiettivo, molto più importante: tenervi vicini. 

Questo modello è molto comune e ci porta tutti a cercare di cambiare il comportamento dell’altro quando non ci piace. Non ci pendiamo nemmeno, ma lo facciamo sempre.

Dovremmo passare a un modello di relazione diverso, dove al centro ci sia l’ascolto e il supporto reciproco.

17’ 03”

Per riuscire a fare questo cambiamento, quindi, è importante capire che 1) i bambini manipolatori stanno imitando alcuni tuoi atteggiamenti e che quindi 2) per cambiare questo suo atteggiamento dei iniziare a fornire un modello diverso. Cioè partire da te. Nel podcast fornisco un esempio pratico per iniziare a fare i primi passi in questo cambio di paradigma.

Voi restare aggiornato e ricevere approfondimenti extra? Unisciti al Canale Telegram.

Giovanni Aricò

Giovanni Aricò

Sono Psicologo e Psicoterapeuta e nel 2011 ho iniziato a lavorare con i bambini e gli adolescenti. Oggi aiuto i loro genitori a trasformare le urla in abbracci.

Altri episodi che ti consiglio: